Home » Consiglio Comunale » Ricominciamo!

Ricominciamo!

C’è una stagione per tutto. La stagione dell’attesa, quella dell’annuncio quella del fare e il periodo del valutare. Dal 2014 ad oggi non ho ancora ben chiaro in che stagione siamo. Sicuramente quella degli annunci non è ancora finita, leggendo questo articolo capirete il motivo.

Prima di tutto siamo a settembre, un mese di cambiamenti e di svolte, a volte per alcuni è il vero inizio dell’anno, perché giunge dopo le vacanze estive. Per noi è sempre una ripartenza, è un nuovo anno politico che si apre e come sempre è pieno di sfide. Sarà anche l’anno del rimettiamoci in moto, visto che il 2019 è dietro l’angolo e il nostro progetto d lista civica resta valido, attuale e pronto per dare una scossa al nostro paese.

Andiamo per gradi, l’attesa di risultati che un cittadino ha nei confronti di ogni amministrazione è sempre alta, l’ottimismo dei primi tempi è purtroppo molte volte disatteso e in certi tratti pare di vivere la fine di un incantesimo. Purtroppo nella nostra Fagnano la magia credo sia finita da molto tempo. Siamo perennemente in attesa di qualcosa, almeno noi delle opposizioni, purtroppo questi non accadimenti vengono continuamente sostituiti da annunci.

Un esempio lampante è quello che riguarda la ex colonia elioterapica, per essere precisi l’edifico dell’ex refettorio. Due anni fa viene annunciato l’istituzione del comando unico di polizia locale, progetto interessantissimo, avrebbe raggruppato le polizie dei paesi della valle per un maggior coordinamento e funzionalità. Sede del corpo, l’edificio all’interno della ex colonia.

Poche settimane fa leggiamo su un quotidiano, che l’amministrazione partecipa a un bando per acquisire dei fondi per la ristrutturazione dell’area ma, l’edificio di cui parlavamo prima cambia destinazione d’uso. Da sede di comando di polizia diventerà Auditorium. Il progetto precedete annunciato e tanto decantato? Svanito nel nulla. Questo episodio, purtroppo non è il solo, tanti sono gli esempi ma questo al momento pare il più lampante. Perché procedere con questo metodo? L’amministrazione pare non seguire un programma o un filo logico, ci sta che ogni tanto capitino degli imprevisti, non è usuale questa continua improvvisazione! La palestra delle scuole medie è stata annunciata due anni fa, ad oggi doveva esser già funzionante, sempre sentendo qualche strillone, pare non sia ancora stato acquisito il terreno e il progetto ha fatto lievitare i costi che oggi superano il milione di Euro! Diciamo che quella cifra per un edificio che nasce già vecchio, senza uno sguardo al futuro pare un tantino eccessiva. Sembra di vivere una telenovela, è la realtà. Una tangibilità disarmante e sconfortante. Noi siamo i rappresentanti dell’opposizione e capiamo di contare davvero poco in questo gioco. È come sparare contro un muro di gomma. All’inizio di questa legislatura, seppur sconfitti, speravamo nella capacità e nella volontà di migliorare e cambiare alcune cose. Ad oggi dobbiamo amaramente constatare che poco è cambiato e addirittura alcune cose sono peggiorate, altre addirittura forse dimenticate. Non è normale stare sempre in attesa e governare alla giornata. Non è accettabile proseguire con progetti vecchi di decenni e non guardare al futuro che giunge. Dobbiamo far capire a questa amministrazione che il ventesimo secolo si è chiuso da 17 anni e che in questi anni il mondo e il vivere delle persone è cambiato.

Ci auguriamo che nei prossimi mesi l’amministrazione si decida a cambiare passo oppure attenderemo tutti i primi mesi del 2019 dove vedremo, grandi inaugurazioni e strade asfaltate a nuovo tutto questo per farsi rieleggere, perché la meta è quella, la rielezione.

Disilluso e scoraggiato, vi aspetto alla prossima puntata!

 

 

Baroffio Marco