Home » Consiglio Comunale » Riguardo Via Patrioti

Riguardo Via Patrioti

Di seguito presentiamo il discorso introduttivo che abbiamo letto durante la seduta del consiglio comunale di giovedì 19.10.2017

 

Signor Presidente del Consiglio Comunale

Signor Sindaco e Assessori tutti

Colleghi consiglieri

Cittadine e Cittadini di Fagnano Olona.

Siamo qui riuniti stasera in questo consesso, con una forma particolare, quella di un consiglio comunale in seduta aperta. Non è un evento che capita spesso, l’ultima volta è stato ben 15 anni fa. La storia però, oltre a esser maestra di vita, molto spesso si ripete: l’argomento di stasera è lo stesso di allora e anche il Sindaco! Ci hanno chiesto se questo consiglio servirà a qualcosa. Riteniamo che tutto ciò che può portare a un più ampio ragionamento sulla zona pedonale e sulle conseguenze che possono scaturire da questa decisione, siano utili. La settimana scorsa ci è stato detto che questo consiglio è prematuro, che la scelta è di la da venire. Ma se la decisione sarà attuata fra poche settimane, così come annunciato nello scorso consiglio comunale dal Vice Sindaco, non pare che questo incontro sia prematuro. È quindi necessario un incontro di fronte a una decisione già presa? Si, perché ci da la possibilità di discutere e affrontare i problemi e le preoccupazioni delle persone che rappresentano una parte del tessuto economico del paese. Crediamo che sia giusto ascoltarle e farci carico del loro disagio e malcontento. Un consiglio che ci permette ancora una volta di sottolineare come la Fagnano di oggi non sia più quella di allora, come i tempi siano mutati. Oggi il paese ha un numero maggiore di abitanti, rispetto a un ventennio fa, ma è vissuto molto meno. Nel centro c’è movimento quando vi sono manifestazioni, altrimenti viviamo uno spettacolo  desolante. La popolazione ha cambiato stile di vita, uscendo dal proprio paese nei momenti liberi, raggiungendo le città, i luoghi turistici o grandi centri commerciali che circondano il nostro comune. Non si pensi che basti chiudere una via per rendere vivibile, bello e attuale un paese, ci vuole qualcosa di più. Ci vogliono attività commerciali che aprano le loro vetrine e rendano piacevole il passeggio, prospettiva al momento impossibile e che resta un utopia ad uso e consumo dei sognatori.

Inoltre Fagnano non ha strade che possano diventare lo sfogo e le sostitute di via Patrioti. È un paese, con una toponomastica che permette pochi spazi di manovra. Riteniamo che la decisione di una pedonalizzazione dovrebbe arrivare a conclusione di un progetto, non all’inizio. Prima bisogna valutare il traffico, creare parcheggi e servizi e non pensare di farli solo successivamente, le case si costruiscono dalle fondamenta, mai dal tetto! In più le pedonalizzazioni dei centri in paesi con le stesse caratteristiche di Fagnano non sono mai state buone scelte anzi, si sono rivelate decisioni fallimentari. Vi chiediamo di ascoltare la voce di chi lavora ed è preoccupato per la propria attività, di osservare quanta poca gente vive il paese e in che modo, solo allora forse capireste che le nostre non sono solo becere polemiche ma un campanello di allarme. Signori consiglieri di maggioranza, non siate dei signor Sì, se siete in disaccordo fate sapere il vostro disappunto. Se non volete la morte del centro di Fagnano agite per evitare una simile scelta, siate responsabili del ruolo che ricoprite. Noi speriamo e crediamo che qualcosa di buono ancora si possa fare, ma non una pedonalizzazione della via che collega due parti opposte del paese e la cui chiusura creerebbe disagi anche a livello di traffico.

Noi crediamo che le emergenze siano altre e che i soldi fino ad ora spesi, siano stati usati molto male. Non fate del dolore eccessivo al nostro paese. Ascoltate la voce di chi vi implora e tutelate quel poco di buon che è rimasto in vita! Da abitanti di Fagnano vorremmo solo che l’Amministrazione possa sfruttare al meglio le risorse rimaste del paese.

 

    

          Baroffio Marco    Moretti Dario