Home » Consiglio Comunale » Contare fino a 10…

Contare fino a 10…

Leggiamo sulla stampa una dichiarazione del consigliere Saporiti (Insieme per Fagnano) dove afferma “Da 4 anni hanno il presidente di Geasc e da 4 anni si astengono dal voto sull’approvazione del bilancio. Qualcosa non torna […]. Forse il presidente è in disaccordo con il gruppo che rappresenta?”

Dunque…

Risposta sintetica: NO.

Risposta dopo aver contato fino a dieci:

Ripetiamo, questa volta per scritto, e per il consigliere Saporiti, il motivo del nostro voto di astensione riguardo il bilancio consuntivo di Geasc. Secondo il consigliere Saporiti noi avremmo dovuto votare a favore del bilancio Geasc, in quanto il presidente del consiglio di amministrazione è espressione del nostro gruppo politico. Facciamo notare due cose:
1) I bilanci non si votano in base alle simpatie personali o alle appartenenze.
2) Il vero gestore e proprietario di Geasc è il consiglio comunale e non il Cda, che ha solo poteri di controllo e alquanto limitati.
Facciamo inoltre notare che quest’anno, la farmacia comunale, uno dei pochi servizi di Geasc sempre in attivo, è per la prima volta in passivo, con una perdita intorno agli € 80000.
Ribadiamo nuovamente che l’amministrazione comunale non ha una chiara visione del ruolo e del futuro di Geasc e, per questo motivo noi ci asterremo ai bilanci, fino a quando non ci sarà un cambio di rotta. Geasc a nostro avviso può essere e deve essere una risorsa di fondamentale importanza per il nostro paese e come rendere Geasc quello che vogliamo diventi, lo diremo e spiegheremo nelle sedi e nei tempi opportuni.
Ricordiamo al consigliere Saporiti che il Bilancio è redatto dal personale degli uffici, controllato dal Direttore Generale e da un Commercialista che collabora. Il CDA, presidente segretario e consigliere controllano che tutto sia corretto. Punto. Ci sembra molto chiaro.
In aggiunta, il consigliere Saporiti ha ben fatto notare durante il consiglio comunale la discrepanza tra presentazione del documento in camera di commercio e approvazione da parte dei proprietari. Un appunto che avrebbe dovuto portare a un suo voto differente, ma noi a differenza sua, non ci interroghiamo e nemmeno lo attacchiamo sul perché di quel voto. Cogliamo l’occasione per fare i nostri complimento al Cda che ha lavorato molto bene, facendo ottenere il certificato antincendio mai avuto prima, portando ad un aumento dei posti in asilo e ben ampliando la farmacia. Ecco, qui approviamo a pieni voti.
Innegabile che quando una minoranza attacca un altro gruppo di minoranze, da il via in modo ufficiale alla campagna elettorale. È in questo caso è partita proprio da un livello molto basso.

 

RETTIFICA:

A seguito di corretta segnalazione, rettifichiamo; la Farmacia non ha perso 80000€ ma ha avuto un minor ricavo di 80000€ e che quindi non è in perdita ma ha realizzato un buon profitto.